1011352_616712535007320_382799186_n

Friedrich Nicita vota a spoglio ultimato.

Certo del risultato acquisito, che lo ha visto trionfare in città, Friedrich Nicita, il candidato sindaco di Siracusa allo Sprofondo e Nichilisti per Siracusa, è andato a votare a spoglio ormai concluso.

A cronisti e semplici curiosi che lo informavano circa la chiusura dei seggi, oramai avvenuta da giorni, il candidato nichilist-sprofondista ha risposto con la sua tipica flemma:

“Spacchio m’antaressa?”

“Chi si è astenuto ha votato per Nessuno” ha poi proseguito Friedrich Nicita, “mentre chi ha annullato la scheda ha chiaramente votato per il Nulla”.

Sommando le due percentuali, la coalizione di Nichilisti per Siracusa e Siracusa allo sprofondo si è garantita un risultato che supera il 51%.

“Il mio voto”, ha ribadito con soddisfazione il nichilista compiuto, “sarà nullo come il movimento che rappresento”.

Intanto, la nuova legge elettorale – approvata per alzata di mano dagli spettatori in possesso di biglietto omaggio durante le rappresentazioni classiche – garantisce a Friedrich Nicita l’Überballottaggio, il ballottaggio supremo. Al termine della competizione elettorale, il Maestro si confronterà con il vincitore dello scontro preliminare tra i due contendenti, Reale e Garozzo, che dovranno dare prova di supersiracusanità cimentandosi nelle seguenti prove:

– Analisi critica dell’opera di Friedrich Nicita Die Geburt des Pappapane;

– Maratona di carne e sbizzero;

– Tuffi a bomba da “i ru frati” o altro scoglio;

– Agone tragico: componimento libero su tema “La granita di Mandorla” da mettere in scena al Teatro Greco;

– Prova di impennata su scooter. In caso di pareggio, ciascuno dei due candidati ripeterà la prova con a bordo un passeggero ponchio. Al permanere dello stallo, la prova verrà ripetuta una terza volta  durante l’ora di punta sul tracciato di corso Gelone.

La competizione si preannuncia dura e ricca di colpi di scena, mentre dalla discarica abusiva dell’eremo di Pantalica, lì dove è fiorita la dottrina del nichilismo aretuseo, già risuonano i cori dionisiaci dei suoi sostenitori, che pregustano il trionfo del nichilismo e l’avvento dell’Era del Pappane.

Ne resterà soltanto uno, e sarà un supersiracusano.

http://www.siracusanews.it/node/38390

Advertisements